NELLA VISIONE/IN SCENA SOFIA ID 35336

dal 14/12/2019 al 09/02/2020

NELLA VISIONE/IN SCENA SOFIA ID 35336

CORSI DI FORMAZIONE PER DOCENTI A BARI

NELLA VISIONE/IN SCENA SOFIA ID 35336

Partono a dicembre il corso di formazione di Tric-Teatri di Bari dedicato ai docenti, realizzato in collaborazione con l’IISS Marco Polo di Bari. Tre gli appuntamenti intensivi previsti tra dicembre e febbraio (uno al mese) in cui vedere spettacoli, riflettere sulla relazione tra spettatore e spettacolo e sperimentare un approccio pratico alla scena. Per i partecipanti è previsto un corso di formazione della durata totale di 27 ore sul veder-fare-pensare teatro in collaborazione con Giorgio Testa e Sara Ferrari della Casa dello Spettatore di Roma e Lello Tedeschi, Kismet/Casa Teatro

IL LABORATORIO E’ GRATUITO. E’ PREVISTO L’ACQUITO DEI BIGLIETTI (ridotti) DEGLI SPETTACOLI DEL PERCORSO

PROGRAMMA:

NELLA VISIONE – DUE SOSTE a cura della Casa Spettatore di Roma, Giorgio Testa, Sara Ferrari

Casa dello Spettatore costruisce e realizza occasioni per approfondire e discutere il ruolo del pubblico, nella pratica viva della visione teatrale. In collaborazione con Teatri di Bari si propone un progetto che in un’articolazione varia possa raccontare diversi approcci capaci di condurre ad una visione più consapevole. Due soste nell’arco di una stagione per sperimentare modi possibili in cui accompagnare lo sguardo, ma dentro esperienze diverse. Due appuntamenti per intraprendere un percorso con l’obiettivo di mobilitare conoscenze e interrogativi, in un processo che si nutre di incontri, scoperte e punti di vista.

Attività previste:

– LABIRINTI a cura di Sara Ferrari

Un seminario teorico-pratico che accostando alla visione dello spettacolo AXTO – oratorio per corpi e voci dal labirinto l’esperienza pratica del corpo in movimento, vuole avviare una riflessione sul gesto e la danza, tra visione e azione. Lo spazio e il tempo come coordinate per trovare e provare risorse e limiti, nel singolo e nella relazione con gli altri. Per imparare a guardare e acquisire confidenza con l’esplorazione del proprio corpo in movimento.

14 dicembre 16.00-20.00 seminario

14 dicembre ore 21.00 visione dello spettacolo AXTO – oratorio per corpi e voci dal labirinto

15 dicembre seminario 9:00-13.00

– SUL COMICO a cura di Giorgio Testa

Un seminario che prendendo a riferimento lo spettacolo Gli Uccelli di Aristofane intende indagare la dimensione del comico nella sua funzione e nella varietà delle sue espressioni, nella spontaneità della vita di ogni giorno e nell’intenzionalità delle rappresentazioni artistiche. Domande guida del lavoro: Chi e che cosa ci fa ridere, perché si ride, di che, con quali effetti?

8 febbraio 16.00-20.00 seminario Teatro Kismet

8 febbraio ore 21.00 visione dello spettacolo Teatro Kismet Uccelli di Aristofane

9 febbraio seminario 9:00-13.00 Teatro Kismet

IN SCENA – introduzione pratica per insegnanti all’esperienza del teatro a cura di Lello Tedeschi

In scena è un seminario pratico che introduce gli insegnanti al teatro per capire meglio di cosa si tratta esplorandolo dall’interno. È un breve ma intenso viaggio tra i trucchi e l’anima della scena, a partire dalla

pratica dei fondamentali del lavoro dell’attore: il gesto, il movimento, l’azione. Da qui proveremo a riconoscere il nostro corpo e la nostra presenza, in relazione con gli altri, come fonte espressiva, come occasione tutta teatrale di invenzione e di racconto. E via via percepiremo in modo molto concreto la complessità del gioco scenico: com’è fatto, come si articola, quali sono i linguaggi che lo compongono e come entrano in relazione tra loro. Insomma, si tratta di sperimentarsi nella pratica di scena per coglierne le caratteristiche fondamentali in modo attivo e diretto, accrescendo così quantomeno la nostra sapienza di spettatori e poter accompagnare con qualche consapevolezza pratica in più i ragazzi e i giovani nell’incontro con il teatro.

8 ore complessive divise nelle due giornate di venerdì e sabato. è necessario indossare abiti comodi e adatti al movimento, a piedi nudi o con calzini antiscivolo.

venerdì 10 gennaio e sabato 11 gennaio [ore 16-20]

CALENDARIO

14 dicembre ore 16.00-20.00 seminario Giorgio Testa

14 dicembre ore 21.00 visione dello spettacolo AXTO – oratorio per corpi e voci dal labirinto

15 dicembre ore 9:00-13.00 seminario Giorgio Testa

10 gennaio ore 16.00-20.00 seminario Lello Tedeschi

11 gennaio ore 16.00-20.00 seminario Lello Tedeschi

8 febbraio ore 16.00-20.00 seminario Sara Ferrari

8 febbraio ore 21.00 visione dello spettacolo Uccelli di Aristofane

9 febbraio ore 9:00-13.00 seminario Sara Ferrari

DURATA DEL PERCORSO:

24 ore di seminario e 3 ore di spettacolo per un totale di 27 ore

presenza minima 75%

ISCRIZIONE

A PARTIRE DAL 18 SETTEMBRE FINO A RAGGIUNGIMENTO DEL NUMERO MASSIMO DI PARTECIPANTI (massimo 25 partecipanti)

LUOGO DEL LABORATORIO:

Teatro Kismet OperA, strada San Giorgio martire 22/f – Bari

CURRICULUM FORMATORI

Casa dello spettatore: Giorgio Testa

Psicologo dell’età evolutiva, formatore, esperto dei rapporti Teatro-Educazione. Attivo dal 1960 nel Movimento di Cooperazione Educativa (MCE), di cui ha diretto la rivista “Cooperazione Educativa” dal 1980 al 1985, vi ha svolto attività di ricerca e formazione sui temi dell’inconscio nella pratica educativa, della creatività, della libera espressione, della didattica della lettura. Negli ultimi anni, tema prevalente del suo lavoro è stato l’educazione al teatro nelle sue dimensioni di: spettacolo da vedere, esperienza di comunicazione e di espressione, linguaggio istituito e forma specifica. Per “L’osservatorio dell’Immaginario” (Compagnia Stilema, Torino) ha curato il progetto “Il teatro nella mente” indagine sull’idea di teatro dei giovani. In qualità di consulente dell”Ente Teatrale Italiano (ETI) ha ideato e coordinato molti progetti di ricerca, in particolare il progetto europeo IRIDE sulle attività di mediazione necessarie ad avvicinare i bambini e i giovani al teatro e la direzione, a Roma e a Firenze, dal 1997 al 2010, del Centro Teatro

Educazione (CTE), struttura stabile per l’educazione al teatro, che ha promosso la sperimentazione nelle scuole di modelli di “didattica della visione” per la formazione dello spettatore teatrale sin dalla prima infanzia e la progettazione e organizzazione di corsi per insegnanti e operatori teatrali. Dopo la chiusura dell’Eti ha proseguito ricerca e attività nell’Associazione Casa dello Spettatore, di cui è presidente, realizzando progetti a livello nazionale.

Casa dello spettatore: Sara Ferrari

Sara Ferrari diplomata nel 1999 all’Accademia di danza del Teatro Nuovo di Torino e laureata in Scienze della Comunicazione alla Sapienza Università di Roma nel 2006, si occupa dal 2007 di formazione, promozione, organizzazione e progettazione in ambito teatrale. Fino al 2010 ha collaborato con il Centro Teatro Educazione dell’Ente Teatrale Italiano. Attualmente lavora con il teatro delle apparizioni, con cui sviluppa una ricerca intorno alle nuove generazioni, seguendo l’attività di produzione e distribuzione degli spettacoli della compagnia, attiva dal 1999. Con Casa dello Spettatore è impegnata in uno studio permanente della relazione tra la creazione artistica e il suo destinatario; cura per l’associazione romana progetti di educazione al teatro e formazione del pubblico, indirizzati in particolare al mondo della scuola e organizzati a livello nazionale in collaborazione con festival, circuiti, teatri e compagnie.

Teatri di Bari/CasaTeatro: Lello Tedeschi

Nato a Bari nel 1960, è laureato in Discipline delle Arti Musica e Spettacolo presso l’Università di Bologna. Nel 1991 approda al Teatro Kismet OperA di Bari – ora Teatri di Bari, Teatro di Rilevante Interesse Culturale – dove lavora stabilmente in qualità di drammaturgo, regista e formatore. Sviluppa gran parte del proprio lavoro curando progetti teatrali a carattere sociale, protagonisti soggetti disabili, detenuti, ragazzi e giovani

a rischio di devianza, maturando una ventennale esperienza drammaturgica e registica di arte civile. Dal 2000 a tutt’oggi è direttore artistico delle attività di formazione, produzione e programmazione teatrale rivolte ai giovani dell’Istituto Penale per i Minorenni “Fornelli” di Bari.

In qualità di formatore e pedagogo conduce seminari e laboratori dedicati al lavoro dello spettatore, alla drammaturgia, alla pratica d’attore, rivolti a tutti o a contesti educativi quali scuole, università, carceri, disabilità. Nello specifico, in ambito scolastico e universitario, conduce da anni laboratori teatrali per ragazzi e giovani e seminari di formazione e alta formazione per docenti e educatori dedicati alla didattica della visione teatrale e alla pratica di scena per e con i ragazzi e i giovani.

Condividi su: