AFFIDO CULTURALE

AFFIDO CULTURALE

Soggetto responsabile

Pio Monte della Misericordia

Territori interessati

Napoli, Roma, Bari, Modena

Partenariato

Pio Monte della Misericordia; Le Nuvole teatro arte scienza; Università degli Studi di Napoli Federico II – Dip. Scienze Politiche; HPO; Consorzio Mipa; Comune di Napoli; Con La Mano del Cuore; A Ruota Libera; Il Ventre di Parthenope; Realtà Futura; I.C.S. 72° Palasciano; ICS Adelaide Ristori; ICS Virgilio IV; Casa dello Spettatore; Centro Nascita Montessori; ICS Pirotta; ICS Via dei Sesami; Fondazione SAT; Kismet; Mama Happy; ICS Don Milani; ICS Umberto I – San Nicola; PopBrains; CEIS A.R.T.E.; ICS 3 di Modena

Affido Culturale (AC) propone di mobilitare, contro la povertà educativa, delle “famiglie risorsa”, valorizzando l’esperienza dell’affido familiare, ma declinandola sullo specifico della fruizione di prodotti e servizi culturali. L’idea di fondo è molto semplice. Un genitore, che abitualmente porta i suoi figli al cinema, a teatro, al museo o in libreria, ci porta anche un bambino – eventualmente con un membro della famiglia di quest’ultimo – che in questi luoghi non ci entrerebbe per differenti cause.

Il progetto

Si realizza così (a Napoli, Roma, Bari e Modena) un insieme di fruizioni culturali condivise, tramite le quali famiglie-risorsa e famiglie-destinatarie stringono un Patto Educativo: un sostegno complessivo multidimensionale promosso, garantito e monitorato dalla Scuola. Il progetto AC alimenta i Patti Educativi affidando alle famiglie-risorsa una dotazione di “e-ducati”, una moneta virtuale solidale, con cui pagare i biglietti di accesso a luoghi della cultura convenzionati ad hoc: cinema, teatri, musei etc., i quali così si aggiungono fattivamente alla comunità educante. Le transazioni in e-ducati viaggiano su una app appositamente realizzata, che facilita il monitoraggio finanziario e delle attività, oltre che il fundraising di progetto. In Puglia il partenariato è gestito dalla Fondazione Sat.

Come funziona?

Grazie al supporto di una famiglia affidataria e a una moneta virtuale solidale (e-ducati) che copre biglietti, merende e trasporto. Saranno 800 le famiglie che a coppie potranno usufruire di 29 appuntamenti divertenti e istruttivi in 120 spazi ludico – educativi.  Per info: 351 122 70 65 o mail all’indirizzo affidoculturale.bari@gmail.com.

SCARICA I MATERIALI INFORMATIVI DI AFFIDO CULTURALE:

 

Condividi su: