In Search of Simurgh al Teatro Radar di Monopoli. In scena il 16 novembre Teresa Ludovico e i Radiodervish. Spettacolo musicale ispirato a un classico della letteratura persiana

Musica e parole che immergono lo spettatore tra le leggendarie storie della Persia del XII secolo.Va in scena sabato 16 novembre alle ore 21al Teatro Radar diMonopoli, In search of Simurgh, spettacolo musicale prodotto da Teatri di Bari/Kismet, che vede protagoniste le voci di Teresa Ludovico e Nabil Bey, cantautore palestinese fondatore dei Radiodervish. L’appuntamento, inserito nella programmazione del Prospero Fest, vede Teatri di Bari animare ancora una volta la programmazione dello spazio multiculturale del comune barese, riaperto nel 2018 dopo decenni di inutilizzo.

Lo spettacolo

In search of Simurgh è una suite orientale in cui le canzoni e le musiche dei Radiodervish si intrecciano alle parole di Teresa Ludovico. Lo spettacolo ispirato ad un classico della letteratura Sufi­, Il Verbo degli uccelli (Mantiq at-Tayr), scritto nel XII secolo dal mistico persiano Farid ad din Attar, è una ricca e raffinata esposizione di delicata poesia e di profonda sapienza mistica e ­filosofica paragonabile solo, nella cultura occidentale, alla Divina Commedia di Dante.

I Radiodervish e Teresa Ludovico, narrano del viaggio di uno stormo di uccelli attraverso 7 valli: dell’Amore, della Conoscenza, del Distacco, dell’Uni­cazione, dello Stupore, della Privazione e dell’Annientamento per arrivare al Simurgh che alla fi­ne si svelerà come un’immagine riflessa dei trenta uccelli superstiti del cammino mistico. Aneddoti, racconti mistici, favole erotiche, che descrivono un meraviglioso affresco di un’umanità composita e popolata da re, principesse, bellissimi giovani dal petto d’argento, fanciulle dal volto di luna, arcangeli che parlano con gli uomini e sufi­ poverissimi e pazzi d’amore. I personaggi e le vicende narrate offrono materia ideale per l’affabulazione attoriale di Teresa Ludovico, voce recitante dei suoi scritti Ali di Polvere, e per le preziose atmosfere orientali e ­arabesche richiamate ed esaltate dalle melodie e dal canto dei Radiodervish e dalle musiche contenute nel loro disco ‘In search of Simurgh’, pubblicato in Italia nel 2004.

Per info: 335 756 47 88 e www.bibliotecacivicamonopoli.it/pf19/. Il botteghino è aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 17 alle ore 19.30.

Condividi su: