Una giornata qualunque del danzatore Gregorio Samsa

Teatro Kismet il 18/04/2020 21.00

NordiskTeaterLaboratorium, Gitiesse Artisti Riuniti, Fondazione TPE Una giornata qualunque del danzatore Gregorio Samsa

con il sostegno di Centro Coreografico Körper
regia e drammaturgia Eugenio Barba, Lorenzo Gleijeses, Julia Varley
con Lorenzo Gleijeses
musiche originali e partiture luminose Mirto Baliani
oggetti coreografici Michele Di Stefano
consulenza drammaturgica Chiara Lagani
spazio scenico Roberto Crea
assistente alla regia Manolo Muoio
voci off Eugenio Barba, Geppy Gleijeses, Maria Alberta Navello, Julia Varley

È uno spettacolo con la regia e la drammaturgia di Eugenio Barba, Lorenzo Gleijeses e Julia Varley, le musiche originali e le partiture luminose sono di Mirto Baliani, gli oggetti coreografici sono frutto di una collaborazione con Michele Di Stefano (coreografo MK, Leone d’Argento alla Biennale di Venezia), la consulenza drammaturgica è di Chiara Lagani dei Fanny & Alexander, le scene di Roberto Crea….

Lo spettacolo nasce da un lavoro intorno all’opera di Franz Kafka in cui si intersecano tre diversi nuclei narrativi: alcuni elementi biografici dello stesso Kafka; la vicenda del personaggio centrale de La Metamorfosi, Gregorio Samsa, e quella di un immaginario danzatore omonimo che rimane prigioniero della ripetizione ossessiva dei propri materiali performativi in vista di un imminente debutto.

Si tratta di un lavoro iniziato nel 2015 ad Holstebro, nella sede del gruppo danese, ed è la prima regia firmata da Eugenio Barba al di fuori dell’Odin Teatret e senza i suoi attori, un progetto prodotto direttamente dal Nordisk Teaterlaboratorium (la branca produttiva dell’Odin Teatret, che dal 1964 fino a oggi ha prodotto tutti gli spettacoli con la regia del Maestro) in collaborazione con Gitiesse Artisti Riuniti e Fondazione TPE.

Lo spettacolo dopo due anteprime nel 2018 (a giugno al Napoli Teatro Festival e la seconda in autunno al Teatro Nazionale della Toscana), ha debuttato nel ‘19 alla Fondazione TPE/Teatro Astra di Torino che co-produce lo spettacolo, per poi essere presentato al Teatro dell’Arte-Triennale di Milano e poi a Bologna.

Le repliche della stagione 18/19 si sono concluse al Grotowski Fest di Varsavia. Nella stagione 2019/20 lo spettacolo sarà ospite, tra gli altri, dello Stabile di Genova, LAC-Lugano, Kismet di Bari, AMAT, Teatro Nuovo-MADRE di Napoli.

Condividi su: