KIRIKÙ E LA STREGA KARABÀ

Teatro Kismet

Teatri di Bari/Kismet/Sudjembè Ensemble KIRIKÙ E LA STREGA KARABÀ

[DA 6 ANNI]
DATA DA DEFINIRE
A RICHIESTA
debutto Maggio all’Infanzia 2019 di Michel Ocelot adattamento e voce
narrante Teresa Ludovico musiche Maurizio Lampugnani con Sudjembé
Ensemble: Ugo Custodero, Ilaria De Fronzo, Ilenia Fenech, Alberto
Perrone, Andrea Menolascina, Nicola Mannarini, Ignazio Farano, Silvia
Scarnera, Alessandra Vallone, Rosanna Favia, Clarissa Caradonna,
Antonello Fasano, Donatello Ancona, Valentino Fanizza, Salvatore Magrone

Racconto in musica scritto da Michel Ocelot nel 1998 e rivisitato da
Teresa Ludovico. Il M° Maurizio Lampugnani e i Sudjembè, un gruppo di 16
percussionisti baresi, da anni impegnati nello studio delle percussioni
tradizionali africane, accompagnano con suoni e ritmi la voce di Teresa
Ludovico. In un villaggio africano dove sono rimasti solo vecchi, donne
e bambini, nasce Kirikù, un bambino prodigioso, che fin dai primi
istanti di vita è totalmente autonomo. Kirikù viene presto a sapere
dalla madre che il villaggio è vessato dalla strega Karabà. La strega ha
sottratto l’acqua dalla fonte del paese ed ha trasformato in oggetti
obbedienti gli uomini del villaggio che hanno tentato di affrontarla.
Kirikù decide allora di combatterla. Nelle sue imprese Kirikù è
assillato da un dubbio a cui nessuno sa dare una soluzione: il motivo
per cui la strega sia così cattiva. Il Saggio della Montagna, suo nonno,
gli svela il mistero: Karabà soffre a causa di una spina avvelenata
conficcata nella schiena, che non riesce e non vuole togliere, perché è
convinta di perdere i poteri magici. Kirikù è deciso a liberarla e lo
farà; in cambio otterrà di crescere, anche fisicamente, e sposerà Karabà.

Condividi su: