Ragù

Teatro Abeliano

Vito Signorile Ragù

di e con Vito Signorile

Lo spettacolo, nato vent’anni fa durante la stagione teatrale 1987-1988 come una raccolta di tiritere, proverbi, storielle personaggi, piccoli e grandi pezzi di realtà popolare di Bari, ma non solo, col tempo si è arricchito di testi, di riflessioni, di indovinelli, battute, canti e filastrocche e soprattutto del vivo apporto del pubblico che è riuscito a “insaporirlo”.
Un “ragù” misto di comicità, di buonumore, di genuinità della vecchia tradizione orale barese ma anche di testi della più alta cultura dialettale come brani tratti dalla Divina Commedia veldate alla barese dal poeta Gaetano Savelli o di un toccante Re Lear “trasportato” a Bari dalla genialità di Vito Carofiglio.
Ragù è un patrimonio di cultura e di costume a rischio di scomparsa che, per fortuna, Vito Signorile si ostina a preservare e conservare attraverso la delicata e appagante arte del raccontare, un’arte capace di intrattenere, divertire, sorprendere, meravigliare, commuovere, far sorridere e ridere attraverso il solo suono della parola, la sola intonazione di voce, a volte la sola espressione del volto.

 

 

Tournèe

 

Cinema Teatro dei Trulli- Alberobello

domenica 13 novembre h 21.00

Condividi su:

Galleria d'Immagini